CasentinoNotizie

Oltre 280mila euro destinati agli asili nido del Casentino

Ducci: “Premiato il progetto educativo presentato dall’Unione dei Comuni”

Oltre 1,2 milioni di euro saranno trasferiti dalla Regione agli asili nido della provincia di Arezzo, di questi 288 mila verranno destinati al servizio di prima infanzia gestito dell’Unione che dopo il comune di Arezzo, è l’ente che si è aggiudicato il finanziamento più alto poiché si aggiudica importanti premialità legate allo svolgimento della funzione in associato. Soddisfatta Eleonora Ducci, sindaco di Talla e assessore alle politiche sociali ed educative nell’Unione.

“Le risorse saranno utilizzate per sostenere le amministrazioni comunali nella gestione dei servizi di prima infanzia – ha spiegato la Ducci – è il risultato di un’ottima progettualità condivisa tra più comuni la maggior parte dei quali conta meno di 5 mila abitanti e si trova in aree montane, quindi svantaggiate. Un sostegno economico in queste realtà diventa fondamentale. Ci tengo anche ad esprimere il mio apprezzamento per la proposta della ministra Bonetti di garantire asili nido gratuiti su tutto il territorio nazionale, i nidi sono luoghi di educazione e devono far parte del sistema educativo,  non sono solo un servizio dedicato solo alla conciliazione della vita familiare e lavorativa delle donne e delle famiglie. Col sistema 0-6 già molto è stato fatto ma non basta: cominciamo a pensare seriamente ad asili nido gratuiti all'interno del sistema educativo e oltre a  garantire la parità di accesso al servizio per tutti i bambini  tra le altre cose daremo risposte anche nei comuni che non sono in grado di sostenere un servizio di asilo nido comunale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I comuni dovranno presentare alla Regione i progetti definitivi per i quali hanno fatto richiesta di contributo entro il 19 ottobre, rispondendo al bando attivato nei mesi scorsi. I progetti in questione dovranno riguardare il consolidamento e l'ampliamento dell’offerta gestita direttamente o tramite servizio in appalto, ma anche l’acquisto di posti presso strutture private convenzionate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento