CasentinoNotizie

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Due positivi, sospese le lezioni per 600 studenti di Bibbiena. L'apertura dopo l'elezioni

L’istituto Dovizi conta circa 600 studenti tra infanzia e secondaria di primo grado. E' il primo caso di stop in provincia di Arezzo

 

Primo caso di una scuola che chiude per coronavirus. O meglio non apre, le lezioni in presenza slittano a dopo le elezioni e intanto parte la didattica a distanza. L'annuncio della decisione, non facile da prendere, arriva dal sindaco di Bibbiena Filippo Vagnoli e riguarda l'istituto Dovizi.

A seguito delle due positività riscontrate tra il personale non docente dell’Istituto Dovizi di Bibbiena, il sindaco Filippo Vagnoli ha predisposto per lo stesso la sospensione delle lezioni in presenza per tutti gli ordini di scuola fino al giorno 23 settembre.

L’istituto Dovizi conta circa 600 studenti tra infanzia e secondaria di primo grado.

Il sindaco Vagnoli commenta: “I tamponi dei contatti diretti non sono ancora pervenuti, ma di fatto, a seguito delle positività riscontrate e soprattutto a seguito delle indicazioni che ci sono pervenute dal responsabile dell’igiene pubblica del Casentino, abbiamo pensato di andare in questa direzione per evitare situazioni peggiori in un periodo successivo. Crediamo sia meglio un piccolo sacrificio adesso che un grande sacrificio tra un po’ di tempo. Non è facile adesso prendere questa decisione, soprattutto dopo tutto quello che abbiamo fatto per le scuole del territorio e lo slancio di entusiasmo che avevamo per poter riaprire con tutte le misure di sicurezza che avevamo predisposto in accordo con la Dirigente. Non si tratta di fare delle scelte popolari o impopolari. Io prendo decisioni che vanno nella direzione di tutelare la salute di tutti. Il mio dovere è questo e credo che sospendere le lezioni in presenza sia la giusta decisione per questo momento che vede solo a Bibbiena 25 casi di positività sul territorio e tante quarantene”.

Le lezioni per l’istituto Dovizi di Bibbiena, come confermato dalla Dirigente Alessandra Mucci, verranno garantite in modalità on-line (Didattica a distanza) per la prima settimana, quindi attività sincrone con degli orari e attività asincrone utilizzando il registro elettronico e le piattaforme della scuola. La Dirigente commenta: “La scuola sarà presente con i ragazzi e le famiglie dal 14 settembre. Cercheremo di non gravare molto su tutti loro ma di essere vicini ai nostri studenti”.

Il sindaco intende specificare: “Mi preme dire che il 23 settembre è una data strategica e non casuale perché è dopo le elezioni e perché le quarantene del personale si concluderanno il 21 settembre. Inoltre una cosa importante, le disposizioni di sospensione riguardano solo questo Istituto scolastico e non quello di Soci”. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento