CasentinoNotizie

Bibbiena, scale mobili: il 1 luglio il taglio del nastro

Le scale mobili saranno intitolate a Don Pietro Bognini sulla proposta di due cittadini di Bibbiena, ossia Daniele Senzi (che per anni è stato presidente del Comitato Carnevale Storico di Bibbiena) e Guido Lacrimini, uno degli ex bambini...

BIBBIENA-5

Le scale mobili saranno intitolate a Don Pietro Bognini sulla proposta di due cittadini di Bibbiena, ossia Daniele Senzi (che per anni è stato presidente del Comitato Carnevale Storico di Bibbiena) e Guido Lacrimini, uno degli ex bambini dell’orfanotrofio che un tempo sorgeva proprio all’oratorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Don Pietro è stato cappellano a Bibbiena dal 1952 fino al 1964 ed ha legato il suo nome alla costruzione dell’oratorio di Bibbiena e del relativo campo da calcio che ancora oggi rappresenta un punto di riferimento essenziale per i bambini ed i ragazzi del territorio. “Un uomo di grande cuore che per Bibbiena ha fatto tanto; basti pensare che all’epoca impegnò anche il podere dei genitori per concludere tutti i lavori al nostro oratorio, struttura che ancora oggi costituisce l’anima della nostra cittadina”, dicono i due promotori dell’intitolazione a Don Pietro.

La cerimonia di inaugurazione si terrà sabato 1° Luglio alle ore 11.00 con il taglio del nastro e quindi la partenza ufficiale. A seguire, presso il giardino del Museo Archeologico “Piero Albertoni” i saluti ufficiali del Sindaco, ma anche del Presidente del Consiglio della Regione Toscana Eugenio Giani con la musica della Filarmonica di Bibbiena; poi sarà la volta di Piazza Tarlati con gli Sbandieratori Città di Bibbiena per tornare al Museo per un brindisi.

Con la partenza delle scale mobili, partirà anche la sperimentazione di una zona a traffico limitato in Piazza Tarlati, eliminando il parcheggio attualmente esistente per valorizzare l’aspetto storico e architettonico della piazza stessa e garantire una maggiore sicurezza nella circolazione pedonale sia per i residenti che per i visitatori del centro storico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento