CasentinoNotizie

E’ festa alla Casa di Riposo di Stia per il centenario di Maria Amadori

Tutti la conoscono coma una donna forte e determinata, che ha affrontato a testa alta una lunga vita piena di difficoltà

Maria Amadori compie cento anni: domani alle 16 la Casa di Riposo di Stia festeggerà il traguardo con un piccolo rinfresco al quale sono invitati amici e conoscenti. Presente anche il sindaco di Pratovecchio Stia Nicolò Caleri.

Nata a Santa Sofia il 15 aprile 1919 da una famiglia contadina, Maria all'età di 9 anni si è trasferita a piedi, con tutta la famiglia, nell'alto Casentino. Ad appena 20 anni si è sposata ed ha dato alla luce cinque figli, tre dei quali morti in età prematura. A 59 anni invece è rimasta vedova. Una vita difficile la sua, che l’ha costretta a lavorare a lungo per una ditta boschiva rimanendo fuori casa da mattina a sera, senza poter accudire i propri figli.

Fino all'età di 90 anni ha vissuto da sola, poi per 5 anni si è trasferita dalle figlie, per essere poi ospitata nella residenza per anziani di Stia.

Tutti la conoscono coma una donna forte e determinata, che ha affrontato a testa alta una lunga vita piena di difficoltà.

Potrebbe interessarti

  • Carta d'identità elettronica obbligatoria: ecco come ottenerla

  • Ragno violino, come riconoscerlo e come difendersi dal morso

  • Lo zenzero fa bene, ma non sempre: quando e perché non va consumato

  • I 5 errori da evitare quando si arreda casa

I più letti della settimana

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • Carta d'identità elettronica obbligatoria: ecco come ottenerla

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Va a sbattere contro un muro: soccorso con Pegaso

  • Schianto all'alba in Valdichiana. Due feriti, uno è in gravi condizioni

  • Ragno violino, come riconoscerlo e come difendersi dal morso

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento