CasentinoNotizie

"Mettiamo in sicurezza l'immobile e le zone circostanti". L'appello al sindaco di Poppi

David Marri di Poppi Cittadini in Movimento chiede di trovare una soluzione sull'edificio che si trova sulla strada all'ingresso del paese

David Marri di Poppi Cittadini in Movimento interviene sull'immobile che si trova sulla strada di accesso al paese e sulla pericolosità di tale edificio, ormai abbandonato da anni.

Le negative ripercussioni socio economiche che la pandemia sta provocando anche sul nostro territorio impongono come non mai all’amministrazione di effettuare scelte strutturalmente coraggiose, per lanciare definitivamente Poppi come meta turistica rilevante dei prossimi anni.

"Oggi più che mai - afferma Marri - esaltazione dell’unicità e della bellezza del centro storico di Poppi diventa di primaria importanza e deve per forza passare dall’eliminazione dei principali elementi di deturpazione urbana attualmente esistenti. Considerando che da decenni sulla strada di accesso al paese si trova un immobile fatiscente, cadente, in completo abbandono e degrado, con tetti e sfondati ed annessi con lastre di eternit, e che, oltre ad una bruttissima immagine, può rappresentare un potenziale pericolo per tutti coloro che transitano o sostano nelle sue immediate vicinanze".

Constatato che la situazione di tale potenziale e indecoroso pericolo sussiste invariato da tantissimi anni senza che sia state intrapresa nessuna sostanziale iniziativa diretta od indiretta per la sua definitiva rimozione e rilevato come in tale zona potrebbe essere realizzato un ampio spazio di area attrezzata e parcheggio quale snodo e collegamento con la ciclopista dell’Arno, che potrebbe collegarsi con l’accesso al centro storico tramite la così detta “Costa” nonché percorsi ciclo/pedonale da realizzarsi con diramazione da piazza IV Novembre, il gruppo consiliare Poppi Cittadini in movimento ha presentato una mozione richiedendo alla giunta e al sindaco di rimuovere le situazioni di potenziale pericolo diretto ed indiretto mettendo in sicurezza l’immobile e le zone circostanti; di elaborare uno specifico progetto sulla base di quanto sopra riportato e, contemporaneamente, ad attivare tutte le procedure più favorevoli all’Amministrazione che consentano l’immediata acquisizione dell’area per “pubblica utilità” (vedi D.P.R. 327 del 8/6/2001 e successive modificazioni) onde consentire piena e completa trasparenza di finalità, processi e valutazioni economiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vasco Rossi incontra Scanzi e Mastandrea: "Saluti dall'Italia, quella bella"

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Sveglia prima dell'alba e naso all'insù: ecco come non perdersi la cometa Neowise

  • Un'altra vittima in moto: scontro fatale per un 61enne. Era presidente del Consorzio Agrario di Ancona

  • Il prof Caremani: "Attenzione, il virus non è più buono d'estate. E i politici diano l'esempio, vedo foto da irresponsabili"

  • Coronavirus, nuovo caso in Valdichiana: si tratta di un minore. Asl al lavoro per ricostruire i contatti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento