CasentinoNotizie

Il comune di Castel Focognano approva il bilancio: investiti oltre 600mila euro

Infine saranno investiti circa 150 mila euro per l’adeguamento sismico degli spogliatoi dello stadio comunale di Rassina

L’amministrazione comunale di Castel Focognano ha approvato ieri il primo bilancio di previsione del mandato Ricci.

Tanti i progetti, con oltre 600 mila euro investiti per la riqualificazione e la messa in sicurezza del territorio: 60 mila euro saranno destinati alla ristrutturazione dello stadio di Pieve a Socana; 10 mila euro all’implementazione delle fotocamere di Rassina; oltre 60 mila euro alla riqualificazione dei percorsi pedonali interni al centro abitato di Salutio; 40 mila euro alla manutenzione straordinaria della copertura della palestra; 150 mila euro (di cui 120 mila finanziati dalla Regione) alla manutenzione della viabilità comunale e alla relativa messa in sicurezza; oltre 50 mila euro alla messa in sicurezza della strada di accesso all’impianto di teleriscaldamento di Carda, 60 mila euro all’efficientamento della pubblica illuminazione e 50 mila euro all’ampliamento dell’area di sosta a servizio della “Casa della Salute” di Rassina.

Infine saranno investiti circa 150 mila euro per l’adeguamento sismico degli spogliatoi dello stadio comunale di Rassina, i cui lavori prevedono la demolizione dell’attuale palazzina e la realizzazione ex novo della stessa con tecniche realizzative attuali e non tradizionali. Ma ci sono novità anche da un punto di vista fiscale.

“Da quest’anno con l’istituzione della Local Tax prevista dalla Legge di Bilancio 2020, Imu e Tasi saranno unificate in un'unica imposta, che non abbiamo ritoccato lasciando così inalterate le tariffe in vigore per l’anno 2019 – ha dichiarato il sindaco Lorenzo Remo Ricci - rimarranno inalterate anche le aliquote Irpef e sono state confermate, per il momento, anche le tariffe Tari in vigore lo scorso anno. Abbiamo impegnato l’amministrazione a destinare risorse importanti per l’avvio di interventi di riqualificazione e valorizzazione di tutto il nostro territorio e su questi impegni di spesa inizieremo a lavorare subito, per dare una svolta al nostro paese. Abbiamo operato con responsabilità, cercando di ottenere benefici concreti per la comunità e cercando di dare priorità ad interventi di prima necessità per il nostro territorio. Le risorse per i comuni diminuiscono proprio mentre la crisi fa crescere il costo dei servizi, e in questo contesto la nostra amministrazione mantiene fermo l’obiettivo di garantire i servizi primari ad un costo invariato per il cittadino, è per questo che nessuna tariffa dei servizi a domanda individuale è stata aumentata rispetto all’anno precedente. Siamo purtroppo tutti al corrente degli investimenti non previsti ed adottati nella somma urgenza nel primo periodo del nostro insediamento: le frane dovute alle intense piogge che si sono abbattute all’interno del nostro territorio nel secondo semestre del 2019 hanno messo a dura prova il lavoro della nostra amministrazione, ma siamo regolarmente intervenuti ripristinando anzi bonificando le aree interessate e riuscendo comunque a guardare avanti progettando nuovi lavori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sesta stagione 4 Ristoranti: ecco quando andrà in onda la puntata girata ad Arezzo

  • Dramma sulle piste da sci. Imprenditore aretino perde la vita

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Trasporto eccezionale perde lastre di cemento in curva. Chiuso lo svincolo al ponte dell'ex Lebole

  • Tre lavoratori "in nero": chiuso ristorante. Un familiare precepiva il reddito di cittadinanza

  • Aereo dirottato. Pupo bloccato a New York: "Spero di arrivare in tempo per il GfVip"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento