CasentinoNotizie

Capolona, trecento alunni trasferiti a La Casella. Il Pd insorge: "Trasloco forzoso e strumentale"

Quindici classi della scuola media "Garibaldi" riprenderanno le lezioni in un altro stabile. Ed è polemica: "Destra e grillini devono pagare le loro cambiali politiche"

Il circolo del Partito Democratico di Capolona si schiera fermanente contro il trasloco di 300 alunni della scuola media consortile "Giuseppe Garibaldi", che da gennaio riprenderanno le lezioni in uno stabile in zona La Casella.

"Si traslocano 15 classi della scuola media consortile, costringendo i genitori e le famiglie a subire una scelta inspiegabile per i tempi e i modi e mettendoli di fronte al fatto compiuto. Senza che vi sia pericolo imminente o immanente nell’attuale plesso scolastico! Un trasloco forzoso, fatto a metà anno scolastico, che la dice lunga sulla sua strumentalità: una scelta irresponsabile sulla pelle di 300 ragazzi con evidenti conseguenze sulla qualità dell’offerta didattica.

Il Pd di Capolona fa propria la lettera inviata nei giorni scorsi dai rappresentanti della minoranza in Consiglio Comunale e indirizzata ai sindaci di Capolona, Arezzo e Subbiano (proprietari della scuola media consortile), alle autorità scolastiche, alla Prefettura e ai Carabinieri denunciando la situazione che creerà non pochi disagi fra la popolazione.

La giunta di Capolona (senza alcun passaggio formale in Consiglio Comunale; solo informazioni su richieste insistenti della minoranza…) decide che i lavori per la nuova scuola media inizieranno il primo aprile 2019, senza che ad oggi vi sia il finanziamento di 5 milioni di euro, e decide il trasloco delle 15 classi presso uno stabile artigianale a La Casella, in una zona (purtroppo) semi abbandonata, con capannoni chiusi da anni, senza parcheggi adeguati, pericolosa da raggiungere a piedi o in bicicletta, senza alcun tipo di servizio, senza mensa, senza palestra… e per chissà per quanto tempo.

Oltretutto lo stabile artigianale individuato è stato costruito a fine anni novanta del secolo scorso e mai ha ottenuta la agibilità; non è ovviamente conforme alle direttive antisismiche di cui al D.M. 14 gennaio 2008 e la proprietà deve essere autorizzata al “cambio di destinazione d’uso”.

A Capolona, la destra e gli elettori “grillini” hanno costruito la campagna elettorale sulla paura e adesso sono costretti a pagare le cambiali sottoscritte: per questo, non hanno remore (la chiamano coerenza…) a mettere di mezzo oltre 300 ragazzi, le loro famiglie e il personale docente e non docente della scuola media consortile “Giuseppe Garibaldi” senza alcuna plausibile ragione e a metà anno scolastico.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Io sto con Walter". Pioggia di adesioni, dopo Sofri arriva la solidarietà di Scanzi: "Tieni duro"

  • Schianto fra auto, sette feriti: bimbo di 4 anni gravissimo. Altri due bambini coinvolti

  • Lieve scossa di terremoto ad Arezzo: epicentro nella zona di Olmo

  • Schianto lungo la regionale 71: strada temporaneamente chiusa. Due feriti

  • Guida 2020 de L'Espresso: due ristoranti della provincia di Arezzo con il "cappello". Tutti i top della Toscana

  • Scontro tra un furgone e una motocicletta: terribile schianto in via Aretina

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento