CasentinoNotizie

Maxi bomba ritrovata a Rassina, il sindaco: "Presto sarà disinnescata. Nel frattempo restiamo tranquilli"

“Mi sento di tranquillizzare tutti gli abitanti della zona, perché stiamo seguendo le operazioni con la massima attenzione e tutto si sta svolgendo in massima sicurezza, come ci hanno assicurato gli esperti" ha chiarito il primi cittadino di Castel Focognano Lorenzo Remo Ricci

Nella mattinata di ieri, lunedì 4 maggio, alcuni operai di Lfi durante gli scavi per l’installazione di un antenna, presso la stazione ferroviaria di Rassina, hanno rinvenuto un ordigno bellico "risalente alla seconda guerra mondiale di 500 libbre" (227 chili circa) spiega una nota dell'Unione dei Comuni del Casentino.

Nel pomeriggio l’area é stata immediatamente presidiata dalle forze dell’ordine nell’attesa dell’arrivo degli artificieri che erano stati prontamente allertati. Come già comunicato dall’azienda è stato prontamente interrotto il transito dei treni che ha ripreso nella mattinata di oggi senza fermate nella stazione di Rassina, ma con navette per le stazioni limitrofe. Nella giornata di oggi sarà effettuato un nuovo sopralluogo per stabilire la tempistica e le attività occorrenti.

"Al momento l’area è stata messa in sicurezza dagli artificieri con tutte le rassicurazioni del caso, le operazioni di disinnesco e di successivo detonamento saranno stabilite dagli organi di competenza,  come l’eventuale evacuazione degli abitanti della zona qualora si rendesse necessaria", continua la nota dell'Unione.

“Mi sento di tranquillizzare tutti gli abitanti della zona, perché stiamo seguendo le operazioni con la massima attenzione e tutto si sta svolgendo in massima sicurezza, come ci hanno assicurato gli esperti – ha chiarito il sindaco di Castel Focognano Lorenzo Remo Ricci – dopo il sopralluogo di oggi informeremo i cittadini su quanto deciso, per il momento non ci sono motivi di preoccupazione”.

Riapre la ferrovia

aggiornamento delle 19,45 del 5 maggio 2020

Si è conclusa una riunione in Prefettura alla quale hanno partecipato il comune di Castel Focognano, le forze delloOrdine e Lfi: da domattina, già con la prima corsa, sarà riattivata la fermata presso lasStazione di Rassina oggi inibita a causa del rinvenimento dell'ordigno bellico. Per evitare qualsiasi disagio agli utenti sarà mantenuta fino alle ore 10 anche la navetta bus su Rassina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ci tengo a ringraziare tutte le Istituzioni coinvolte per la straordinaria disponibilità", ha detto il presidente di Lfi, Maurizio Seri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vasco Rossi incontra Scanzi e Mastandrea: "Saluti dall'Italia, quella bella"

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Sveglia prima dell'alba e naso all'insù: ecco come non perdersi la cometa Neowise

  • Un'altra vittima in moto: scontro fatale per un 61enne. Era presidente del Consorzio Agrario di Ancona

  • Il prof Caremani: "Attenzione, il virus non è più buono d'estate. E i politici diano l'esempio, vedo foto da irresponsabili"

  • Coronavirus, nuovo caso in Valdichiana: si tratta di un minore. Asl al lavoro per ricostruire i contatti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento