CasentinoNotizie

100 e lode all'Isis Fermi di Bibbiena

L'istituto del Casentino si conferma scuola d'eccellenza con ottimi risultati negli ultimi esami di stato

Il dirigente scolastico Egidio Tersillo

L’Isis "Fermi" di Bibbiena si dimostra una scuola di eccellenza. A dirlo sono i numeri, quelli usciti dall’esame di stato 2018-2019. A fronte di una percentuale del 5,7% di studenti a livello nazionale usciti con 100 (fonte Ministero Pubblica Istruzione), all’isituto tecnico di Bibbiena su 54 ragazzi ci sono stati cinque 100, di cui un 100 e lode con una percentuale del 9,26%.

Ma le sorprese non finiscono qui, visto che 22 studenti hanno ottenuto un voto tra il 70 e l’80 e undici tra l’80 e il 90.

Il merito di questi risultati va ai ragazzi e ai docenti - commenta il dirigente scolastico Egidio Tersillo -. Ci tengo a dirlo perché loro è stato l’impegno e il lavoro. A me va la soddisfazione, immensa, di ciò che mi hanno detto gli stessi colleghi provenienti da fuori Casentino che si sono complimentati per questi ragazzi che hanno definito rispettosi e preparati. L’Isis Fermi di Bibbiena non è una scuola di serie B perché è una scuola di periferia. Dietro questi risultati c’è un lavoro costante fatto sui ragazzi che vengono molto seguiti perché i piccoli numeri lo consentono. Ritengo che ci sia ancora tanto da lavorare sull’orientamento, un ambito focale per il futuro; ma sarà necessario anche pensare, a livello territoriale, ad un unico istituto superiore. I ragazzi sono sempre meno – le nascite diminuiscono anno dopo anno – e dobbiamo dare forza alle scuole di questo comprensorio. Ovviamente lasciare le cose come sono, mette a serio rischio i due istituti”.

Anche l’istituto professionale (manutenzione e assistenza tecnica e servizi commerciali) ha avuto risultati interessanti: su 22 alunni, 6 hanno ottenuto una votazione tra il 70 e l’80, 3 tra l’80 e il 90 e un 100.

"Anche questa è una soddisfazione - dice Tersillo - ma anche un indicatore importante: i ragazzi in questo istituto vengono valorizzati tutti, a seconda del loro bagaglio personale e del loro tipo di intelligenza, non esistono corsi importanti e corsi meno importanti. Questa attenzione alla persona in quanto tale ci porta a questi risultati, così come il rapporto con l'esterno e con il tessuto imprenditoriale, che ha arricchito i nostri percorsi". 

Potrebbe interessarti

  • Insetti in casa: scutigera, perchè conviene non ucciderla

  • Le Vertighe: la storia del santuario e dell'immagine di Maria, patrona dell'autostrada

  • Smartphone, occhio al virus FinSpy che spia i nostri cellulari

  • Come pulire il pelo dei nostri amici a quattro zampe. I consigli

I più letti della settimana

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Cade dalle scale e muore: tragedia in provincia di Arezzo

  • Rave party abusivo: irrompono carabinieri e polizia, 70 ragazzi denunciati. Cinque sono aretini

  • Ragazza di 25 anni si schianta contro il guard rail sul ponte della Meridiana

  • Insetti in casa: scutigera, perchè conviene non ucciderla

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento