CasentinoNotizie

Centro infanzia, adolescenza e famiglia: proseguono le iniziative a Bibbiena

Il Ciaf rimane disponibile alle richieste dei genitori che hanno la necessità di lasciare il figlio a giocare o a fare attività o addirittura di far prendere il figlio direttamente a scuola

"Aiutare le famiglie significa aiutare il territorio e il suo sviluppo”.

Con queste parole l’assessore alla cultura e scuola Francesca Nassini annuncia il nuovo percorso del Ciaf, Centro Infanzia adolescenza e famiglia di Soci gestito da Archimenia che, nel tempo, è riuscito a dare una risposta concreta al territorio sul fronte della conciliazione dei tempi di vita, cura e lavoro.

Il sostegno che diamo annualmente a questa struttura e l’ottima gestione fatta da Archimenia - spiega l'assessore - hanno la loro cartina di tornasole nella risposta delle famiglie: progetti di qualità e servizi di aiuto, ci stanno dando ragione. Quest’anno si riconfermano tutti i percorsi e le famiglie sono invitate a prendere visione”.

Le attività dello Spazio Gioco sono aperte al pubblico tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 13 alle 18 e su richiesta fino alle 19,30 e il sabato e la domenica dalle 14 alle 20,30.

Il Ciaf rimane disponibile alle richieste dei genitori che, per esigenze familiari, hanno la necessità di lasciare il figlio a giocare o a fare attività o addirittura di far prendere il figlio direttamente a scuola.

Il servizio è molto apprezzato dalla famiglie, soprattutto quelle che non hanno la possibilità di affidarsi a nonni o familiari; tanto apprezzata che molti genitori inseriscono il servizio del Ciaf “Prendimi a scuola” e “Dammi una mano” nella delega annuale della scuola - spiega ancora l'assessore - La cosa straordinaria è che questi due progetti per primaria e asilo, sono gratuiti. Ma c’è di più. Con l’attivazione, negli istituti, dei percorsi Pon e quindi il rientro dei ragazzi a scuola, il Ciaf consente di prendere i bambini, assicurare loro il pranzo e riportarli a scuola, così da aiutare anche le scuole nell’attivazione di questi importanti progetti.

All’interno del Ciaf si svolge anche un altro servizio essenziale, oltre al pranzo, ovvero l’assistenza per lo svolgimento dei compiti, “SOS Compiti” in collaborazione con l’associazione Girotondo intorno al Sogno.

Quello dei compiti è un momento importante - conclude l'assessore - Il Ciaf è in grado di aiutare soprattutto i ragazzi con difficoltà grazie a personale altamente qualificato. Ritengo anche questo servizio degno di nota. I compiti, per i bambini affetti da disturbi dell’apprendimento, diventano gravosi e così per le famiglie che se impegnate nel lavoro, non riescono ad aiutarli adeguamento.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Io sto con Walter". Pioggia di adesioni, dopo Sofri arriva la solidarietà di Scanzi: "Tieni duro"

  • Schianto fra auto, sette feriti: bimbo di 4 anni gravissimo. Altri due bambini coinvolti

  • Lieve scossa di terremoto ad Arezzo: epicentro nella zona di Olmo

  • Schianto lungo la regionale 71: strada temporaneamente chiusa. Due feriti

  • Guida 2020 de L'Espresso: due ristoranti della provincia di Arezzo con il "cappello". Tutti i top della Toscana

  • Scontro tra un furgone e una motocicletta: terribile schianto in via Aretina

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento