CasentinoNotizie

Bibbiena e Ortignano, via libera al referendum sulla fusione. Alle urne anche altri 4 comuni toscani

Sono quasi trentamila i cittadini toscani che saranno presto chiamati a esprimere consenso o dissenso sulle fusioni dei loro comuni di residenza. La commissione Affari istituzionali, presieduta da Giacomo Bugliani (Pd), licenzia tre delibere per...

bernardini-daniele-sondaco-bibbiena

Sono quasi trentamila i cittadini toscani che saranno presto chiamati a esprimere consenso o dissenso sulle fusioni dei loro comuni di residenza. La commissione Affari istituzionali, presieduta da Giacomo Bugliani (Pd), licenzia tre delibere per indire i referendum sulle fusioni dei Comuni di Bibbiena e Ortignano Raggiolo, Dicomano e San Godenzo, Barberino Val d’Elsa e Tavarnelle Val di Pesa. La decisione è stata presa questa mattina, 11 luglio, dopo aver ascoltato i sindaci interessati.

La fusione dei Comuni di Ortignano Raggiolo e Bibbiena, in provincia di Arezzo, darà vita a un Comune di circa diecimila abitanti, che sarà guidato da un sindaco e quattro assessori, con un consiglio comunale di sedici componenti. Sono stati i due sindaci Fiorenzo Pistolesi e Daniele Bernardini a illustrare ai consiglieri dell’assemblea toscana le ragioni alla base delle due delibere dei rispettivi consigli comunali, che hanno avviato il percorso di fusione. Per completezza dell’attività istruttoria, il presidente della commissione ha deciso di ascoltare anche Andrea Giovannuzzi ed Emanuele Ceccherini, rappresentanti del Comitato per il No alla fusione, che avevano fatto una richiesta in tal senso.

Dalla fusione tra Dicomano e San Godenzo, in provincia di Firenze, nascerà un Comune di quasi settemila abitanti. Sarà guidato da un sindaco e quattro assessori, con un consiglio comunale di dodici componenti. La commissione ha ascoltato i due sindaci, Stefano Passiatore e Alessandro Manni, che hanno illustrato il lungo percorso partecipativo, che è alla base delle due delibere.

Saranno, invece, dodicimila circa gli abitanti del comune che nascerà dalla fusione di Barberino Val d’Elsa e Tavarnelle Val di Pesa, in provincia di Firenze. Sarà guidato da sindaco e cinque assessori, con un consiglio comunale di sedici componenti. Presenti all’audizione i sindaci dei due comuni, Giacomo Trentanove e David Baroncelli. Le tre delibere saranno iscritte all’ordine del giorno della prossima seduta del Consiglio regionale.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Comune-Sei Toscana, è guerra. Sacchetti: "L'appalto della raccolta è una violazione contrattuale"

  • Calcio

    Arezzo-Carrarese, le probabili formazioni. In palio c'è il primo posto

  • Attualità

    Gelo ad Arezzo: dormitorio in apertura il 3 dicembre. Partito il "reclutamento" volontari e sacchi a pelo

  • Attualità

    Sospeso due giorni l'autista Tiemme che aveva detto di non fare i biglietti a bordo

I più letti della settimana

  • Incidente a Le Chianacce: ciclista muore travolto da un'auto

  • E45, terrore lungo i piloni: "Il ferro è finito". Video di un pensionato diventa virale

  • Cade a terra e muore a 58 anni: tragedia a Campo di Marte

  • Muore travolto sulla sua bici: Cortona piange Pasquale Panichi, grande appassionato di ciclismo

  • Un'invasione di mattoncini: ecco il Villaggio Lego al Prato di Arezzo. Gli orari

  • Terremoto avvertito ad Arezzo. L'epicentro in Romagna, magnitudo 4.0

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento