CasentinoNotizie

Bibbiena, 30 anni di gemellaggio: rinnovate le promesse con il comune di Boulazac

Ieri l'incontro tra il sindaco casentinese e il vicesindaco francese

Ieri, presso la sala conferenze della Biblioteca Giovannini di Bibbiena, il sindaco Filippo Vagnoli e il vice sindaco di Boulazac Jean-Pierre Passerieux hanno rinnovato le promesse di un sodalizio che quest’anno compie 30 anni.

Alla fine di Agosto una delegazione del Comune di Bibbiena si recherà a Boulazac per contraccambiare la visita di questi giorni e per rinsaldare nuovamente questa amicizia nata in un momento molto particolare della storia mondiale.

Sia il Sindaco Filippo Vagnoli che il Vice Sindaco di Boulazac hanno voluto evidenziare nel loro discorso l’importanza del gemellaggio anche dal punto di vista della pace in Europa, “una pace – hanno detto – che vuole la nostra presenza costante, la nostra azione costante”.

Presenti, su invito del sindaco Vagnoli, i mini sindaci del Consiglio comunale dei ragazzi composto dagli studenti dei due istituti di Soci e Bibbiena accompagnati dalle rispettive dirigenti Cristina Giuntini e Alessandra Mucci.  

E’ proprio da loro che è arrivata una proposta che darà al gemellaggio tra questi due comuni nuova linfa vitale e nuovo impulso anche per il coinvolgimento dei giovani, ovvero l’opportunità di lavorare insieme come scuole ai progetti sulla legalità e sullo spirito europeista.

La proposta, avanzata dalla Dirigente Mucci, è stata accolta favorevolmente dalle colleghe di Boluzac dopo uno scambio di idee inerenti il lavoro che a Bibbiena si sta facendo come “Sentinelle della legalità”. Nei prossimi mesi anche le scuole dei due comuni gemelli inizieranno a lavorare insieme.

Soddisfatto il Sindaco Vagnoli che ha commentato: “Questo trentesimo compleanno ha avuto un nuovo impulso. Ogni volta che coinvolgiamo i giovani riusciamo sempre a spostare in avanti i nostri obiettivi. Questo momento è stato bello e intenso anche per questo: sia il comitato del gemellaggio che il progetto stesso del sodalizio avevano bisogno di nuove idee che sono arrivate proprio da un’azione di condivisione. Mi aspetto molto dal futuro di questo percorso”.

I gemelli francesi ripartono oggi lasciandoci una nuova promessa e portandosi in Francia tante nuove idee da sviluppare con Bibbiena.

La cerimonia di ieri è stata possibile anche grazie alle traduzioni simultanee del bravissimo Luca Polverini e soprattutto il lavoro silenzioso ma essenziale di tutto il Comitato per il Gemellaggio di Bibbiena. 

Potrebbe interessarti

  • Insetti in casa: scutigera, perchè conviene non ucciderla

  • Le Vertighe: la storia del santuario e dell'immagine di Maria, patrona dell'autostrada

  • Smartphone, occhio al virus FinSpy che spia i nostri cellulari

  • Come pulire il pelo dei nostri amici a quattro zampe. I consigli

I più letti della settimana

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Cade dalle scale e muore: tragedia in provincia di Arezzo

  • Rave party abusivo: irrompono carabinieri e polizia, 70 ragazzi denunciati. Cinque sono aretini

  • Ragazza di 25 anni si schianta contro il guard rail sul ponte della Meridiana

  • Insetti in casa: scutigera, perchè conviene non ucciderla

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento