CasentinoNotizie

Al via i corsi dell'Università della Libera Età di Bibbiena

Il progetto di questo nono anno prevede un percorso di 28 incontri-lezioni magistrali tenute da docenti universitari

Il prossimo 9 ottobre alle ore 16.00 presso il teatro Dovizi di Bibbiena l’Università della Libera Età inizierà ufficialmente il suo nono anno di attività con lo spettacolo “La notte prima. Giordano Bruno, l’eretico dell’infinito” scritto dal professor Domenico Massaro (responsabile dell’Uniel Bibbiena) e interpretato dall’attore Piero Baracchi.

Il progetto di questo nono anno prevede un percorso di 28 incontri-lezioni magistrali tenute da docenti universitari che si terranno ogni mercoledì dalle 16 alle 18 presso la sala conferenze della biblioteca di Bibbiena. Il tema di quest’anno è il sacro, le religioni, la società con particolare attenzione per il novecento. Accanto alle lezioni ci saranno uscite, visite guidate e corsi di approfondimento specifici che si terranno al Centro Creativo Casentino.

Anche quest’anno l’amministrazione di Bibbiena - commenta l'assessore alla cultura Francesca Nassini - sostiene in maniera concreta questo progetto. Il motivo è palese: rappresenta un percorso per tutti, adatto a tutti in un momento della vita in cui si ha bisogno di rimanere giovani e attivi intellettualmente; ma crediamo all’Università della Età Libera anche perché crea cultura nel nostro territorio, arricchisce il tessuto sociale. Tutti, dico tutti, possono partecipare. Non sono necessari titolo di studio, non ci sono esami, ma solo voglia di approfondire e di capire le cose che ci circondano con più consapevolezza, aprirsi alla bellezza con più calma e meno urgenza, caratteristiche che fanno parte di momenti diversi della vita. Con 1,78 euro a lezione c’è la possibilità di vivere un’esperienza unica! Dico questo perché la cultura è qualcosa alla quale tutti devono e possono accedere e mi piacerebbe che il gruppo delle persone che segue da anni con interesse il progetto si potesse arricchire ulteriormente. Non ci sono barriere economiche – l’amministrazione ha sostenuto Uniel per abbattere le rette – ma non devono esserci neppure altre barriere. La sfida di questo nuovo anno è proprio questa”.

L’Uniel di Bibbiena ha rinnovato anche il proprio direttivo. Fanno parte del nuovo organo il professor Domenico Massaro, responsabile della sezione bibbienese dell’Uniel, la professoressa Alberta Piroci e l’esperto di storia locale Giorgio Innocenti.

Per coloro che fossero interessati questi i riferimenti: Centro Creativo Casentino aperto nel pomeriggio dalle 14 alle 20. Contatti telefonici: 3473941396, 3473939733, 05751645344 oppure la Biblioteca “G. Giovannini” di Bibbiena 0575530657.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiordaliso, lite con il capotreno nella tratta Arezzo-Roma: "Ho dovuto pagare il biglietto per due chihuahua"

  • Batterio killer New Delhi in Toscana: arrivano i test rapidi. E Mugnai scrive al ministro della Salute

  • "Siamo increduli e addolorati, Federico conosce solo il lavoro". Così gli amici di Ferrini, accusato di omicidio

  • Pensionato trovato morto in un oliveto: dramma in Valdichiana

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Omicidio di Maria, ieri il funerale della donna. Ferrini e le sue paure: "Temeva un danno di immagine sul lavoro"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento