CasentinoNotizie

Aneddoti e ricordi per vivere il borgo di Raggiolo ai tempi del Coronavirus

“Racconta Raggiolo” è un’iniziativa lanciata per rompere l’isolamento del piccolo paese casentinese

Una raccolta di storie, ricordi e aneddoti per vivere un piccolo borgo montano nei giorni del Coronavirus. L’iniziativa riguarda Raggiolo in Casentino ed è motivata dall’obiettivo di rompere l’isolamento causato dall’attuale situazione sanitaria attraverso una positiva condivisione di pensieri e di emozioni che è stata promossa dalla Brigata di Raggiolo. Questa realtà ha lanciato sui propri social network il concorso “Racconta Raggiolo” che contiene un invito a scrivere un sintetico testo dedicato al paese alle pendici del Pratomagno che è stato rivolto a tutti coloro che sono legati a Raggiolo da qualche ricordo (abitanti, villeggianti, amanti della montagna, artisti o semplici spettatori dei tanti eventi organizzati durante l’anno).

"L’obiettivo è di concretizzare lo slogan “distanti ma vicini” - scrive la Brigata di Raggiolo nella presentazione dell’iniziativa, - con l’intenzione di far vivere il borgo anche nell’attuale momento di lontananza2.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ogni elaborato dovrà avere una lunghezza di tre righe e dovrà essere pubblicato entro domenica 12 aprile direttamente nei post dedicati all’iniziativa sulla pagina facebook e sul profilo instagram della Brigata di Raggiolo, stimolando così una condivisione di momenti, relazioni, tradizioni, luoghi e racconti del borgo in una dimensione intima e personale. I primi giorni dell’iniziativa sono stati accompagnati da entusiasmo e partecipazione, con numerosi testi inviati in poche ore che raccontano le più diversificate storie: da nostalgici ricordi d’infanzia a passeggiate tra boschi e sentieri acciottolati, fino ad arrivare a messaggi in cui l’attuale situazione di emergenza è contrapposta alla pace della vita nel borgo. I testi andranno a costituire un piccolo patrimonio immateriale volto a raccontare e a valorizzare l’unicità di uno dei borghi più belli d’Italia caratterizzato da antichi vicoli in pietra e da una suggestiva posizione naturale, con la Brigata di Raggiolo che provvederà alla raccolta degli scritti e alla loro successiva pubblicazione direttamente sui propri social network. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Telefonate con offese e insulti omofobi dopo la partecipazione a 4 Ristoranti": il racconto di Mariano

  • Scocca l'ora di Arezzo a 4 Ristoranti: tutto quello che c'è da sapere sulla puntata

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Schianto in moto, muore a 39 anni Thomas Lorenzetti

  • La notte di 4 Ristoranti, Borghese: "Arezzo bellissima. La sua cucina? Forte e decisa, come i suoi abitanti"

  • Insetti in casa: scutigera, perché conviene non ucciderla

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento